Collector’s Corner 2016: Springbank 10 anni

12674429_1145139275511231_2082888047_n

BANDIERA IT

Versione italiana

 

Distilleria: SPRINGBANK (Fondata nel 1828 a Campbeltown. Capacità produttiva: 750.000 litri/anno. Aperta.)
Importatore:  Consorzio Vinicolo A. Sutti (Serie “Pear Shaped”)

Anni di invecchiamento: 10 (botti ex-bourbon di quercia americana)
Gradazione alcolica: 43% (Unchillfiltered)
Anno di imbottigliamento: 1970
Dicono di lui

“Aromi avvolgenti colpiscono l’immaginario. Un whsiky che non ti aspetti.”

WRC

Storia –  Springbank fu la prima distilleria di Campbeltown ad essere autorizzata nel 1828 alla produzione, anche se probabilmente qui era già attivo l’alambicco illegale di Archimbald Mitchell. Essendo sempre stata gestita dalla stessa famiglia è definibile come la più vecchia distilleria indipendente di Scozia.

A Campbeltown, sino alla fine degli anni venti, vi erano ancora ben 20 distillerie operanti. La crisi mondiale ed il proibizionismo americano furono fatali a molte aziende locali e l’incessante declino portò alla chiusura della maggior parte delle distillerie escluso Glen Scotia, che ancora oggi opera saltuariamente, e Springbank, l’unica ad essere particolarmente attiva anno dopo anno lavorando a tempo pieno.

La sopravvivenza di Springbank durante crisi del whisky nel periodo proibizionista si deve alla differenza sostanziale della sua produzione con quelle delle vicine concorrenti; vi era un’infamante maldicenza tra gli esperti di whisky dell’epoca circa i distillati di Campbeltown: si diceva, a causa dei loro penetranti e robusti aromi, che fossero maturati nei barili usati del pesce (vista la carenza di botti ex-bourbon). Springbank grazie al carattere elegante e leggero dei propri distillati si distinse dalla massa e riuscì a sopravvirere al pettegolezzo e alla crisi.

Springbank effettua in loco l’intero processo produttivo dal tradizionale maltaggio a terra all’imbottigliamento: è rimasta l’unica a maltare tutto l’orzo secondo il metodo tradizionale. L’acqua è attinta dal Crosshill Loch, alimentato dalle sorgenti sul Meinn Ghuilean.

Il whisky è imbottigliato a gradazione naturale 46% senza filtrazione a freddo per conservarne il carattere pieno. Invecchia per lo più in botti di bourbon, con alcuni fusti di sherry, rhum e porto.

La distilleria produce tre diversi malt whisky: lo Springbank di Campbletown, il Longrow distillato due volte e molto torbato, lo Hazelburn single malt a triplice distillazione ma senza l’utilizzo di torba e il neonato Kilkerran.

Carattere   Un whisky leggermente torbato e curiosamente distillato due volte e mezzo, operando una terza distillazione per metà del distillato. Possiede grande struttura ma al tempo stesso sa essere leggero ed elegante.

 

england flag

English version

 

Distillery: SPRINGBANK (Established in 1828, Campbeltown. Capacity: 750.000 liters per year)
Importer:  Consorzio Vinicolo A. Sutti (“Pear Shaped” series)

Age: 10 years (American oak, ex-bourbon)
Strenght: 43% (Unchillfiltered)
Bottling: 1970

About him:

“Enchanting aromas. Whisky as you will not expect.”

WRC

History – Springbank was the first distillery in Campbeltown to gather a license for distilling, in 1828. By that time, anyway, Archimbald Mitchell’s stills  – i.e. Springbank’s founder – were already operative. Mitchell family has been owning and managing the distillery since its very first days; this makes Springbank the oldest Scottish independent distillery.

By the end of ’20, more than 20 distilleries were active in Campbeltown area; unfortunately, economic crisis and American prohibition brought to bankrupt many of these. Only two survived: Glen Scotia and Springbank. Both are still active today, but while the first seldom works, the second operates full-time.

How has Springbank been able to withstand Prohibition? What are the features that made possible for it to survive? The answer is very direct and simple: quality of the spirit. Whiskies from other Campbeltown distilleries were rich of such robust and piercing aromas to make whisky experts thinking that barrels used for ageing process, considering lack of ex-bourbon casks, were the ones used previously for fish transport. But this problem was not about Springbank that, with the elegant and light character of its distillates, never rose this kind of doubts and was therefore able to overcome rumors and crisis.

The entire process, starting from the traditional floor malting to spirit bottling, occurs in-situ; even barley malting is still made according to traditional method, with water comes from Crosshill Loch.

Usually, whisky has strength of 46% and, in order to maintain all the features and aromas does not undergo any chill filtration process. Casks are usually ex-bourbon casks, even though ex-sherry, ex-rum and ex-Port are also used.

Additional brands owned by Springbank distillery are Longrow (double-distilled, highly-peat), Hazelburn (triple-distilled, no peat) and the newborn Kilkerran.

Character – Springabank is lightly-peat whisky; its 10-years old standard bottling undergoes unusual distillation process: whisky is distilled two and a half times. Briefly, this means that part of the spirit has been through distillation twice and the other part three times. You will discover an incredibly well structured and balanced whisky, elegant and light, and you will enjoy one of the most exciting and fascinating whisky.

 

 

 

Annunci

Una risposta a "Collector’s Corner 2016: Springbank 10 anni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...